lumàte…

      2881.mp3

me son sentà ‘n de ‘l bosch, ‘ndorbì, de föia,
e pò ai spetà nalènt che zédia ‘l ciàr solìo
cantava gréo el rio na slòica tormentàda
…e tut entorn ‘mpizàde, le àneme dei fiori
le se slissàva arènt, smorbiàndo ‘l mè respèt

Giuliano

 

lucciole

mi sono seduto nel bosco, cieco, di foglia | e poi ho atteso un attimo che si attenui il chiarore | greve, cantava il rivo una filastrocca tormentata | …e tutto intorno accese, le anime dei fiori | mi accarezzavano addolcendo il mio timore

 

Sono stato una sera nel bosco vicino al Castelìr, lungo il sentiero dei vecchi mestieri… la sensazione era questa

 

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available