sal…

      3180.mp3

‘mpitùra la sera le làgreme
sùte
e ‘l vènt besevì el despètena ‘l bósch
‘n de boca a ‘n putàt  postà lì sul murét
en còler el zìfola
amor ancor biót

ma i ‘nsògni i messéda
le mè cocondrìe
tegnèndo par man pensade balènghe

ligàda a ‘n salgàr
sgninfàndo de sò
sdindòna la vöia de usmàrghe dré al vènt
par veder el cucio dré al mont
de scondon
endó che la luna la dròme
dal dì

rogèla la zéra
la stópa la zéde a qoél ultim susùr
e bagno i me dedi, la méto a polsàr
po rùdolo cèt
en tra i bràci de nòt
‘mprendude de ‘nsògni
che i giàsega dént

Giuliano

sale…

colorano la sera le lacrime | asciutte | e il vento insipido spettina il bosco |  in bocca ad un bimbo appoggiato al muretto | fischietta un nocciolo | un amore fanciullo | ma i sogni rimescolano | le mie ansie | tenendo per mano i pensieri  distorti | legata ad un salice | frignando tra sè | si dondola la voglia di seguire i passi del vento | per vedere la culla dietro il monte | di nascosto | dove dorme la luna | di giorno | corre la cera |  la stoppa si arrende all’ultimo gemito | e bagno le mie dita, la faccio dormire | poi rotolo in silenzio | nelle braccia di notti | intrise di sogni | che annebbiano dentro

 

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

image_pdfimage_print

1 commento su “sal…

  1. Riporto da Facebook:

    Daniela Ceccanti

    non afferro proprio tutto ,ma è molto melodiosa! complimenti

    Valeria Corsi

    Grazie Giuliano: è sempre piacevole leggerti! 🙂

    Anna Schettini ‎

    ‘na lacrima lucente m’è caduta…

    bella..mi piace molto..quel diffuso senso dei sogni che abbracciano strette le notti..e quel colore delle lacrime asciutte che sono un commosso pianto che muove dentro il petto..

    Enzo Giusuf Yupik Cecchi

    en tra i bràci de nòt ‘mprendude de ‘nsògni che i giàsega dént

    Daniela Ceccanti

    l’originale è stato difficile leggerlo , ascoltarla mi ha aiutato e dev dire che avevo capito sufficentemente ,ma devo dire che ora che ho tutto chiaro è semplicemente splendida !

    Donatella Maino

    Bellissima, senza parole, complimenti vivissimi, Giuliano!

    Diaolin Giuliano Natali

    Grazie Donatella, grazie a tutti

    Donatella Maino

    un grande grazie a te, caro poeta, la tua lingua assomiglia alla mia lingua… c’è qualcosa di magico nelle parole, nell’estensione dei significati… forse i monti o i silenzi… 🙂

    Diaolin Giuliano Natali

    le nostre lingue in fondo si assomigliano tutte, servono ad esprimere ciò che i nostri occhi non sanno disegnare

    Lorella De Bon

    Versi che si nutrono di immagini, suoni e sapori di una volta, nel senso che ormai non siamo più abituati a vedere col cuore … se non i Poeti, ovvio … e pochi altri.

    Diaolin Giuliano Natali

    perché “di una volta”?

    Lorella De Bon

    Riprendo … nel senso che la modernità acceca e fa apparire le cose vere come appartenenti a un passato che più non ritornerà …

    Diaolin Giuliano Natali

    Si tratta solo ed esclusivamente di fare in modo che l’orologio faccia la sua strada e noi la nostra… ed ogni tanto fermarci fregandocene delle lancette. 🙂 Grazie del commento.

    Lorella De Bon

    E fermandosi, qualcuno ogni tanto è assalito dal sospetto di vivere, oltre che dalla bellezza del Creato!

    Diaolin Giuliano Natali

    esattamente

    Massimo Molinari

    passato al presente: strade camminate e raccontate dalla panchina dell ultima sosta…

    Guido Comin

    ‎”What is this life if, full of care,
    We have no time to stand and stare?”

    William Henry Davies

    “Che è mai questa vita, se, preoccupato,
    non hai tempo per mirare il creato?”

    Bellissima anche questa, Diaolin, grazie! E letta, poi, un capolavoro…

    Giovanna Zanol ‎

    “ma i ‘nsògni i messéda
    le mè cocondrìe
    tegnèndo par man pensade balènghe”…

    questo passaggio mi piace moltissimo. in poche parole è racchiusa una grande verità: le nostre incertezze che impregnano le giornate e ci spingono a continuare a cercare un senso nella nostra vita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available