spìzza…

      3245.mp3

Core ‘l tèmp,
sota lagreme de ‘ngiòstro negro a slàime,
el par nugole de carta renvegnùda
‘l empitùra, grìs ‘mbombì,
tut le smanie arbandonade sora ‘n pégro bater d’ale
‘n de sto ùltim slìnch che ‘l spénge
‘n mèz ai bràci de pavèla de ‘n putàt
petìz, revèrs che no ‘l fà giugàr negùni

Giuliano

prurito…

Corre il tempo, | sotto lacrime d’inchiostro nero viscido, |e pare nuvole di carta riciclata | a dipingere il turgore cenerino | di pensieri abbandonati sopra un lento fletter d’ali | in quest’ultima rincorsa che ci spinge | tra le braccia silenziose di un bambino | capriccioso che non fa giocare nessuno

(testuale)

Corre il tempo, | sotto lacrime di inchiostro nero viscido | e pare nuvole di carta riciclata | dipinge, grigio impregnato, | tutte le smanie abbandonate sopra un lento batter d’ali | in quest’ultimo balzo che spinge | tra le braccia di falena di un bambino | viziato, capriccioso che non fà giocare nessuno

 

 

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

image_pdfimage_print

2 commenti su “spìzza…

  1. Da Facebook:

    Angela Andreoli
    se proviamo a fermare la corsa e ad assaporare il tempo che scorre?? forse somigliera’ piu’ ad un placido fiume che ad un impetuoso torrente…:-))))) Bellissima Giuliano,come sempre!!

    Daniela Ceccanti
    un bimbo capriccioso può scuotere un animo triste …?

    Lorella De Bon
    Un verso lungo, ben ritmato, che rende bene l’idea del Tempo, del sacro e temuto Tempo, che tutto decide e schiaccia … falene e bambini compresi … e sogni.

    Sauro Roveda
    Stupendi quei pensieri abbandonati Giuliano.

  2. vorrei scrivere qualcosa ma sto stronzo D’en computer del Cazzo l’è la seconda volta che scrivo e dopo el manda i miei pensieri..alla malora.ghe sotto envia ma dove..all’infern!ch’el fa rima con invern….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available