‘l ciel…

      3662.mp3

sora i penseri, ‘l ciel
sgaùss,
si ‘n gió
che è tut stornìsie
sentà lì a gatarghe ‘l fónt

me làsso i òci mèi
sgolàr su ‘l arfi
de ‘n migenìn de istà
broènta
mi,
zidioss
slanzà come na miöla
strengiù a na zopa
‘n tèra
e i fiori che i me ride,
e crodar dent

perdù senza redentio
en mèz l’azùr

Giuliano

il cielo…

sopra i pensieri, il cielo | svuotato | così profondo | che mi  stordisce | seduto li a cercarne la fine | lasciando i miei occhi | volare sul respiro | di una briciola d’estate | torrida | ed io | fastidioso | steso come una lucertola | stretto ad una zolla d’erba | in terra | ed i fiori che mi guardano | caderci dentro | perduto senza pentimento | in mezzo al blu

 

Ti e’ mai capitato di essere disteso su di un prato ed avere la sensazione di cadere?

 

 

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

image_pdfimage_print

5 commenti su “‘l ciel…

  1. Angela Gramigna

    Buongiorno Giuliano Diaolin .. posso prendere le tue parole .. ??

    Diaolin Giuliano Natali

    ma certo una volta scritte e pubblicate le parole sono di chi legge…

    Angela Gramigna

    Sì … sono d’ accordo. Ma mi piaceva chiedertelo. Grazie. Ho un cielo che apprezzerà 🙂

    Mauro Pallaver

    perdù senza redentio….. Non c’è redentio quando l’esperienza è così piacevole. @Diaolin. Mi capita spesso di distendermi in un bosco, lo sguardo verso le cime degli alberi che si muovono e cantano la musica del vento. Solo che la sensazio
    ne che provo, legata al rilassamento muscolare e mentale (tecnica acquisita di training autogeno) mi porta ad una sensazione di volo, di perdita di peso sì, ma verso l’alto, una specie di dislocazione dal corpo.

    Fulvia Villi

    Fondermi e da li guardare cio’ che l’erba sente,cio’ che vede in un tempo che si dilata e perde valore!

    Saverio Gelardi
    ‎…”seduto li a cercar la fine”
    …”volare sul respiro di una briciola d’estate”
    …”perduto senza pentimento”
    Queste tue parole sono molto seducenti e fanno nascere il desiderio di sprofonare sotto quel cielo. Mi piace molto.

    Stefano Battocletti

    Bella, Diaolin… un tempo forse avevo il tempo (e vabbè) di stare nel bosco, sdraiato, a vardar passar le nugole… adesso un po’ meno… ma è un peccato!

  2. Da Facebook, ancora:

    Carla De Muner

    bellissima!!!!

    Massimo Molinari

    ci si troverà mai “dentro”, in questa immensità esteriore ? notevole immagine Diaolin: 10 e Lode For me !

  3. mi pace molto questa percezione, questa leggera aria di libertà che si respira sdraiati dalla terra a guardare il cielo, come per similitudine a cercare lo spazio interno che non ha confini. Questa sensazione di sprofondare nella natura, senza “pentimento” per cercare qualcosa che ci racconti l’estate, come nell’amore, quando il corpo è solo abbandono, sa cadere e lasciarsi andare..

    grazie, e poi la musica dona il profumo alle tue parole care..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available