futuro…

      5638.mp3

 

sul salesà, sóta i pàssi mèi solévi,
s’è ‘mprimà lì l’ombrìa de le tò gàlte
‘mpituràde da na tébia sgiaranzàda
a ‘ncolorìr de qoél saor de bòn la sera
e usmàr su i sassi smondolàdi da ‘n carét
che pù no ‘l passa su par le fràone érte
strozegà dré da strìe ‘mbriàghe de parole
e ‘n trà le sfésse ciùta föra ‘n fioratèl spavènt
che ‘l spenge ‘n vers al ciél ‘ncòntra ‘l futuro
po’ cèta passa ‘n lònga na caoròta e la lo spìa
adèss l’è sol ‘n ensòni su ‘n na grava

Giuliano

futuro

sul selciato, sotto ai miei passi lievi | si è stampata l’ombra delle tue guance | dipinte da un tiepido raggio di sole | a colorare con quel sapore di buono la sera | ed aleggiare sopra i  sassi arrotondati da un carretto | che più non passa sulle ripide stradine | trascinato da streghe ubriache di parole | e fra le crepe fa capolino, timido, un fiore | che spinge verso il cielo incontro al futuro | poi silenziosa gli passa accanto una capretta e lo intravvede | ora è solo un sogno su un mucchio di sassi

 

 

 

 

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

image_pdfimage_print

3 commenti su “futuro…

  1. Da Facebook:

    Suchert Daniel Di Schuler
    Sta roba, roba buona, poesia vera, come se ne trova pochissima in giro,non può restare solo tua. Non può essere solo per noi, tuoi amici. Non ho la più pallida idea di come fare. O forse sì, ma solo una mezza idea. Ad ogni modo, ci proverò.

    Saverio Gelardi
    Teneramente e amaramente bella!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available