ritorno…

      5685.mp3

bàte i ùssi e canta slòiche anca i sperèi
empicadi a quatro càncheni che i scorla
fis’cia ‘l vènt come che no fuss mai nà via
l’è na nènia che ‘mbombiss tut le giornade
strozegada da la val che tòna fonda

su le scale anca ‘n scarpion ‘l se ferma cèt,
sora i vedri qoéle pàbie mai netàde
le salùda ‘l pàss pu stràch su l’ert empè
ma la granda la sdindòna ‘n angonìa
par contarme ‘l sò ‘n festìdi del mè corer

dent ‘n de l’aria vorìa ‘l cant de na zibòga
a strussiàrse ‘n dòss a mi che me la nino
gài el cör che ‘l bàte pian senza susùri
sqoasi ‘l se rendesa cònt che tut l’è mut
come i gati, lì, solagni ‘n mèz le fràone

gh’è ‘n orloi che ‘l gira ‘n tonda a la revèrsa
e ‘l me ride för, pör pauper ‘mbesuì
ma l’èi bàta la mè cà, la me spetava
senza brèghei e niànca cros sui muri néti

na strucada al stomech forta e po’ l’è paze
fòrsi ‘l viacc l’è finì adèss dedré da ‘n ùss
che ‘l m’à vist en pöc putàt e ‘n pöc lontan

Giuliano

ritorno

sbattono gli usci e raccontano filastrocche anche gli infissi | attaccati a quattro cardini che traballano | fischia il vento come non me ne fossi mai andato | è una nenia che riempie le giornate | trascinata dalla valle che tuona profonda | sulle scale anche uno scorpione attende immobile | sopra i vetri alcune croste mai pulite | salutano il passo stanco del risalire | ma dalla campana grande risuona un’agonia | per raccontarmi la sua indifferenza rispetto alla mia fretta | dentro l’aria vorrei il canto di una fisarmonica | che si scioglie addosso a me che l’accarezzo |  ho il cuore che batte lento, senza far rumore | quasi si rendesse conto che tutto tace | come i gatti, lì, solitari in mezzo ai vicoli | c’è un orologio che gira in tondo alla rovescia | e mi deride, povero cristo rimbambito |  ma è di ovatta la mia casa, mi sta aspettando | senza grida e neppure croci sulle pareti pulite | una stretta forte al petto e poi è pace | forse il viaggio è finito adesso dietro ad un uscio | che mi ha visto un po’ bambino e un po’ lontano

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

image_pdfimage_print

3 commenti su “ritorno…

  1. Intensa e densa di suoni ed emozioni come al solito, ma come si sente forte lo struggimento quieto del ritorno a casa.
    Una delle migliori, per me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available