Luna, chi ès?

      5965.mp3
      5965.mp3

Luna, che fas, che ‘mbarlùmes le stéle,
pogiàda a ‘n fagót de bombass che se sfanta?
Cònteme, giusta, la storia che vedes usmàrme la sera
làssa lumàte a s’ciarìr le contrade ‘mbombide de nòt
repezade da ‘n sgrìsol de béghei, che ‘ntòna na rèchia,
a tegnir vìo ‘l pensér de mi che me perdo su ‘n sgol de putat
a scamparte spavènt, luna dólcia che ciùtes tasèndo canzon
entonade a la bona par dìrghe ‘l me amor
sqoasi ‘l fùssa ‘n susùr tasù cèt, ché la dróme,
come ‘l cant de ‘n grilét sconfondù con la voze de ‘l rìo
Dime, luna, chi ès?

Giuliano

Luna, chi sei?

Luna, che fai, tu che abbagli le stelle | appoggiata a un fagotto di bambagia che svampa? |  Raccontami, vera, la storia che vedi incalzarmi la sera | lascia le scintille a schiarire contrade intrise di notte | rammendate dal brivido di gufi che intonano un requiem | per tener vivo il pensiero di me che mi perdo su un volo fanciullo | per sfuggirti, timidamente, dolce luna che sbirci tacendo canzoni | intonate per scherzo per dirle il mio amore | quasi fosse un sussurro in silenzio, ché lei dorme | come il canto d’un grillo confuso nella voce del fiume | Dimmi, luna, chi sei?

 

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

image_pdfimage_print

2 commenti su “Luna, chi ès?

  1. Il canto struggente di un innamorato?
    Ma non mi interessa tanto la risposta quanto piuttosto dirti che stai attraversando davvero un momento felice: non lasciartelo sfuggire.
    Molto bella anche questa … e la serie continua con la luna piena che controlla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available