O

o = inter. – oh (con suono lungo quando precede l’inizio di una proposizione o l’intendimento di inserirsi in un discorso).

oa = voce del vagito.

obedir = vr. – obbedire; cfr. anche obiedir.

obeSo = agg. – obeso; scemo, melenso.

obiedir = vr. – obbedire; cfr. anche obedir.

obito = s.m. – funerale.

obligar = vr. – obbligare; ghe son de obligo le sono in debito di riconoscenza (forma di ringraziamento).

oca = s.f. – oca; fig. sciocca.

ocada = s.f. – sciocchezza, stupidaggine, ocaggine.

ocel = s.m. – occhiello.

ocet = s.m. – occhietto; se no polsa l’ocet polsa l’oset se non riposa l’occhio riposano almeno le ossa.

ochela = s.f. – parlantina, scilinguagnolo.

ociada = s.f. – occhiata; ociada de sguinc’ sbirciata.

ociai = s.m. pl. – occhiali.

ocialini = s.m. pl. – nontiscordardimè, miosotide; cfr. anche margarite, magiolini e ociatini.

ocio = s.m. – occhio; teighe ocio. tienlo d’occhio, sorveglialo; ocio! attenzione!; a ocio e cros all’incirca, a occhio e croce; pl. oci; oci de galina porri della cute; oci del bro strati circolari di grasso galleggianti sul brodo; oci spizi occhi aguzzi; sberlar su i oci rovesciare gli occhi, strabuzzare gli occhi; la costa en cao de ’n ocio costa un occhio della testa, uno sproposito; oci mori pecatori, oci griSi paradiSi, oci castagni coreghe dre ai cagni (detto popolare).

odec = s.m. – odore sgradevole e irriconoscibile.

odia = s.f. – ascolto; udienza; dar odia dare ascolto.

odinte = escl. – esclamazione di meraviglia; odinte mei id.

odio = s.m. – odio, ostilità.

odòr = s.m. – odore.

ofrir = vr. – offrire.

oghen = s.m. – urlo di saluto dei pastori in montagna. (raglio dell’asino [Diaolin])

oghenar = vr. – urlare, chiamare a voce alta. (ragliare dell’asino [Diaolin])

ogni = agg. – ogni; ogni mendechè ogni tanto; ogni momento, sovente; inopinatamente; ogni qual trat di quando in quando.

ogniun = pron. – ognuno.

oio = s.m. – olio; oio de frasen fig. botte da orbi; oio de gombet olio di gomito, fatica; oio de lin olio di lino; oio de recin olio di ricino; oio fumante vetriolo, acido solforico; oio sant olio santo per l’estrema unzione.

ola = s.f. – olla, pentola per lo piu di bronzo, panciuta con tre piedi divergenti, manico di ferro ad arco per appenderla alla catena del fuoco (simile al lavec’, laveggio, da cui si differenzia nella forma).

ola = s.f. – formella in cotto veniciato, impiegata nel rivestimento di stufe e focolai.

olm = s.m. – olmo.

olma = s.f. – massa di fieno o di paglia.

oltra = avv. – oltre, di là; nar via oltra varcare la montagna; nar giò oltra precipitare, uscire di strada.

om = s.m. – uomo; pl.. omeni; el me om mio marito; se far om prendere moglie. Prov.: Val pu en om de paia che ’n fiol de oro.

ombraciòn = s.m. – ombelico delle bestie.

ombrela = s.f. – ombrello.

ombrelar = s.m. – ombrellaio ambulante.

ombria = s.f. – ombra.

ombriòs = agg. – ombroso; scontroso, sospettoso.

ombros = agg. – ombroso, ombreggiato.

omenac = s.m. – omaccione, uomo grande e robusto.

omenat = s.m. – omino, uomo piccolo; uomo dedito a lavoretti umili e a riparazioni di ogni genere; colonna centrale della capriata; cfr. anche spizon.

omeni = s.m. pl. – uomini; mazzi di frumento in piedi nel campo.

oncia = s.f. – oncia, misura di peso variante da 28 a 30 grammi; fig. minima quantità.

onda = s.f. – rincorsa, slancio, abbrivo, velocità; darghe na onda buttar yia; nar de onda andare velocemente; nar a onde camminare ondeggiando.

onger = vr. – ungere; lubrificare; fig. sollecitare il buon esito di una pratica burocratica con omaggi di burro o lardo.

ongia = s.f. – unghia; bianc de l’ongia lunetta dell’unghia; pel de l’ongia pipita.

ongiarol = s.m. – oliatore.

ongidor = s.m. – oliatore; chi lubrifica.

onor = s.m. – onore, integrità, onestà.

ont = s. e agg. – grasso e olio lubrificante; unto; pomata medicinale; ont de pitoc e ont de poret saliva usata quale disinfettante.

ontic’ = s. e agg. – untume; untuoso.

onz = nella loc. el va de onz egli va festoso.

oo = s.m. – uovo; pl. ovi; gioc dei ovi gioco in cui, al tempo di Pasqua, si gareggia scoccando una moneta contro un uovo sodo posato a terra. Altro gioc dei ovi e quello della scoccetta in cui ciascuno avendo un uovo sodo in mano lo batte contro quello dell’avversario. Vince chi ha l’uovo più resistente; cfr. anche pechenar coi ovi; ovi galadi uova gallate, uova fecondate.

opio = s.m. – oppio, acero campestre.

opra = s.f. – opera; lavoro a giornata; pettine della chiave; di d’opra giorno feriale, lavorativo.

opur = cong. – oppure; opurament oppure, ovvero.

or = s.m. – oro; ori ornamenti in oro che si regalano reciprocamente i promessi sposi; le carte da gioco del seme di denari.

or = s.m. – orlo; margine; argine; pl. ori; nar giò dai ori uscir di strada precipitando a valle.

ora = s.f. – ascolto; aria fredda, venticello; bassa temperatura.

ora = s.f. – ora, periodo di tempo; ora bruSada tempo fuori dall’orario delle normali attività, per lo più quando tutto il paese è nel sonno; far nar giò le ore far perdere la pazienza, infastidire; ore gatade tempo dedicato al lavoro malsano, i cui postumi si fanno in seguito sentire; da chi n’ ora da qui a un’ora.

oracol = s.m. – oracolo, persona o cosa preziosa; tegnir come ’n oracol tenere, conservare con gran cura.

oramai = avv. – ormai; cfr. giamai.

orari = s.m. – orario; pl. orari.

orazion = s.f. – orazione, preghiera; le fusa del gatto.

orbaga = s.f. – bacca d’alloro (velenosa).

Orben= soprannome di famiglia a Piscine.

orbeSin = s.m. – orbettino, serpentello.

orbilon = s.m. – chi è molto orbo; chi ha poco senno.

orbo = agg. – orbo; cieco; a l’orba alla cieca, al buio; orbo come ’n flinc acceccato come un fringuello.

orciol = s.m. – piccolo orcio per 1’olio di cucina.

orco = s.m. e inter. – orco; orco! esclamaz. di disappunto, meraviglia, sorpresa e simili; orcocan! esclamaz. di rabbia, disappunto, ira, ecc.

ordegni = s.m. pl. – ordigni; attrezzi da lavoro; recipienti.

orden = s.m. – ordine; comando; ordinazione; frazione di campo che va dal margine inferiore a quello superiore di una determinata coltura.

ordenar = vr. – ordinare, mettere in ordine; disporre; comandare.

ordenari = agg. – ordinario; grossolano, rozzo; di qualità scadente.

ordidor = s.m. – telaio per tessere.

ordiment = s.m. – ordito.

orel = s.m. – imbuto cfr. anche lorel.

oreves = s.m. – orefice.

orghen = s.m. – organo; armonio; fisarmonica.

oribil = agg. – orribile.

orido = agg. e s.m. – orrido; precipizio.

original = agg. – originale, singolare, strano, stravagante.

orinal = s.m. – orinale.

oriundo = agg. – oriundo, originario di altro luogo.

orlar = vr. – orlare.

orlogiar = s.m. – orologiaio; cfr. anche orologiar.

orloi = s.m. – orologio; cfr. anche oroloi. orloi da campanil orologio da campanile.

orn = s.m. – ornello, frassino (Fraxinus ornus) dal cui tronco si ricava la manna.

orna = s.f. – tino di varia capacità, ma normalmente di lt. 50 o più.

ornar = vr. – ornare.

ornel = s.m. – mastello; ornel dai crauti mastello per la lavorazione e la conservazione dei crauti; ornel dela lesiva mastello del bucato.

orologiar = s.m. – orologiaio; cfr. anche orlogiar.

oroloi = s.m. – orologio; cfr. anche orloi.

orponon! = inter. – cfr. anche corponon.

ors = s.m. – orso.

Orsoli = soprannome di famiglia a Sover.

ort = s.m. – orto; ort del saltar vivaio forestale.

ortif = agg. – ortivo, terreno coltivabile.

ortiga = s.f. – ortica.

ortigada = s.f. – irritazione della pelle da contatto con l’ortica.

orz = s.m. – orzo; te don mi l’orz ti do io una scarica di botte.

orzol = s.m. – orzaiolo; cfr. anche anzol.

os = s.m. – osso; nocciolo; dim. oset.

oSar = vr. – osare, ardire; azzardare; gridare, berciare.

oscia! = inter. di meraviglia o disappunto; cfr. anche ospio, osta, ostizia, ostrega, tutte varianti eufemistiche di «ostia».

oSel = s.m. – uccello; fig. pene; oSel dei camini codirosso spazzacamino; (cfr. anche scoaros negro). oSelar = vr. – uccellare.

osocol = s.m. – capocollo, coppa.

ospedal = s.m. – ospedale.

ospio! = inter. di meraviglia o disappunto.

osta = inter. di meraviglia o disappunto.

ostaria = s.f. – osteria.

ostariante = s.m. e f. – oste; ostessa.

ostenSori = s.m. – ostensorio.

ostia = s.f. – ostia, disco sottile di pasta azima di farina di frumento; nar for dele ostie andar fuori dai piedi; no l’e farina da far ostie non è persona raccomandabile.

ostier = s.m. – oste; cfr. anche ostariante.

ostinà = agg. – ostinato.

ostiòn = s.m. – imprecatore; seccatore.

ostizia! = inter. di meraviglia o disappunto.

ostrega! = inter. di meraviglia o disappunto.

ot = agg. – otto.

oti! = inter. – fila, va’!

oton = s.m. – ottone; cfr. anche loton.

ovara = s.f. – ovaia.

ozio = s.m. – ozio.

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

image_pdfimage_print