amicizia…

      6398.mp3

gh’è un su par le ròste de ‘n mar grant
che ‘l me sconfióna, col so dìr, le segurtà
lassade spenger da qoél onda sconossuda
a ‘ncaviciàr i mè penséri, conostrèl,
gualìvi a gropi che se i càves rèsta ‘n buss
istess de spini de ‘n acàzz postà a na chìpa
metudi lì a farghe la guardia a chi no sai
ma de sò posta no i te spónge se no i zàighes

el cònta tut la nòssa vita co le sò slòiche a manaròt
el gài vesìn, arènt a l’ànema rebùfa e sgropolosa
ghe sùbia ‘l vènt ‘n trà le paròle, ‘l tèn batùda
la sò sonada ‘n cant revèrs su ‘n ciel azùr
la scàra nùgole ‘ntrombade de siràche

fòrsi valgun gaterà paze
fòrsi valgùn seslerà ‘l fen

Giuliano

amicizia…

c’è una figura sulle rive di un grande mare | mette in subbuglio, col suo dire, le mie certezze | lasciate scorrere da quell’onda sconosciuta | per confondere i miei pensieri, ingarbugliati | come nodi e se li togli resta il vuoto | come spine di un acacia aggrappata alla china | messi lì a fare la guardia non so a chi | innocui solo se non li accarezzi | racconta della nostra vita nelle sue storie come mannaie | lo sento dentro, in fondo all’anima nodosa ed arruffata | si sente il vento tra le pieghe delle parole, gli tiene il tempo | la sua suonata un canto di protesta per un nuovo presente | dirada nuvole ubriache di bestemmie | forse qualcuno troverà pace | forse qualcuno taglierà il fieno

 

Oggi, per il compleanno dell’amico Daniel di Schuler un fine poeta e profondo scrittore

 

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

image_pdfimage_print

4 commenti su “amicizia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available