al voto…

      6421.mp3

se ‘mpìza la val de colori de aotùn
pitùre sui sgrèbeni ónti dal ciel
che ‘l giàsega cèt doi careze de istà
entant che rembómba spavènti de ics

valguni ‘l calùma desgrazie e tregende
i ne àngora nòt che le sqoergerà ‘l sol
‘l Lavìs el capìna roncando ‘n silenzio
e pitóri entrombadi i fa i àseni al scur

l’è s-gianzi de boschi e parole de gènt
pogiàde su ‘n tó che ‘l pìca sinzéro
ne resta na cros da ‘mprimàr sora ‘n fòli
na cràiz de speranze, desidèri de viver

lontan na campana la bàte da òbit
la mìza la sera de ‘l cant de la nòt

Giuliano

al voto…

si accende la valle di colori d’autunno | dipinti sugli arsi dirupi unti dal cielo | che fumiga dolce due carezze d’estate | e intanto rimbombano terremoti di ics | qualcuno intravede disgrazie e tregenda | e ci augura notti che spengano il sole | l’Avisio cammina e borbotta in silenzio | e imbianchini ubriachi, vigliaccate nel buio | sono sprazzi di boschi e parole di gente | appoggiate a una china che pende sincera | ci resta una croce da imprimere su un foglio | portantina di speranze e desideri di vita | lontano una campana ci parla di morte | infradicia la sera del canto della notte

 

Con la speranza di essere migliori di quanto diamo!

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

image_pdfimage_print

2 commenti su “al voto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available