This page was exported from nalènt... [ http://www.diaolin.com/wordpress ]
Export date: Fri Sep 20 12:03:19 2019 / +0000 GMT

La solita slòica...




nadàl, Santa Lùzia, befane e facére

ninöi, matelòti e campane che sòna

tut fèste, colori slusènti e lumàte

tacàde a le rame de 'n petc batù gió

se 'l è bèl par en cant, se l'è brut par rognàr

bòne gènt par la strada le 'ntòna canzon

che se perde 'n de l'aria de bata, bombass

zifolòti lontani i 'mpitùra  la sera de fis'ci

e sperèi che se sèra dré a camini che fuma

l'è rasa, l'è crèpi e bolìfe, fogolàri broènti

sota 'l pònt, su le ròste, cartoni che scorla

al sofi de 'l arfi dei làori morèi, enghiaciàdi

par dar paze a le man 'ntortolàde dal frét

e sul corer de mosche 'ncoloride de bianch

se 'mprofùma de dolc le tibàne pù negre

disegnando 'n de'l cör desidèri par tuti

par valgùn sot a 'n àrbol: mandorlati e cerèle

par valgùn, lìve arènt, i diaolìni 'n de i dedi

Giuliano

la solita solfa...

Natale, Santa Lucia, befane e Krampus | giochini, bambini e campane che suonano | festa grande, colori abbaglianti e  scintille nel cielo | appese ad i rami d'un abete abbattuto | per cantare se è bello o lamentarsi se è brutto | brava gente, giù in strada, che intona canzoni | che si perdono nell'aria di cotone, bombaso | fischietti lontani dipingono la sera di suoni | le finestre si chiudono dietro a camini che fumano | è resina, crepitii e faville nelle stufe roventi | sotto il ponte, sulle rive, cartoni che vibrano | al soffio del respiro di labbra annerite, ghiacciate |  per calmare le mani contorte dal freddo | e sul volo di mosche diafane | si profumano di dolcezza i pertugi più scuri | disegnando nel cuore un desiderio per ognuno | per qualcuno sotto ad un albero: torroni e dolciumi | per qualcun altro, lì accanto: le mani gelate

 

 

Powered by [ Universal Post Manager ] plugin. MS Word saving format developed by gVectors Team www.gVectors.com