This page was exported from nalènt... [ http://www.diaolin.com/wordpress ]
Export date: Sun Jul 21 23:36:45 2024 / +0000 GMT

Canchen nr. 22




Gira la ragia granda da la man drita
encòntra a so' sorèla che pességa
a la revèrsa a darghe 'n baso de trafùgo
L'è doi morosi de scondon da 'l amor so'
No i pöl scampàr, tacadi a 'n ciòdo,
Sul boton de la gudàza, 'mpresonadi
Ma passa un, carga la sosta torna 'l destrani
E i òci söi resta 'n ricordo
De qoél menut de libertà
dré a 'n cör che canta

 

Cardine nr. 22

Gira dal verso giusto la lancetta grande
incontro a sua sorella che si affretta
alla rovescia per darle un bacio furtivo
Sono due amanti, di nascosto al proprio sposo,
Non lo possono lasciare, legati a un chiodo
messo dentro all'ombelico, prigionieri
Ma passa un tipo e
ricarica la molla, struggimento
E quegli occhi rimangono un ricordo
di quell'istante di libertà
A rincorrere un cuore a cucù

 
Powered by [ Universal Post Manager ] plugin. HTML saving format developed by gVectors Team www.gVectors.com