che stele stasera…

      94.mp3

en ciel propi ciar
sbusà come ‘n col
da luci che sluse
e sbrigola pian

lontan drè a quel mont
en mez a la val
na nugola grisa
che sfregola ‘l bosc

e ‘l ciel che me varda
coi oci de ti
e lagrime sgocia
dal ben che me vös

e pian el susura
te fago da quert
par tuti i pensieri
che i sogni ‘mpitura

la not si serena
e dolcia con ti
che ‘ndrizes el cör
‘nden sogno pù bel

e stele che brila
che lasa ‘na strisa
che dura per pöc
…el temp de sperar

i dis che a vardarle
bison pensar ben
a quel desideri
che cerches da ‘n pez

e subit se smorza
la faliva gialda
e l’anima sento
de ela, che ariva

Giuliano

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons