This page was exported from nalènt... [ http://www.diaolin.com/wordpress ]
Export date: Fri Aug 23 3:16:03 2019 / +0000 GMT

camini növi


ciàri, fuma i camini a 'mpituràr sto ciél sgaùss
lassandol gremenos a lambicàr na brasa calda
qoél fum 'n trà i muri crèmpeni 'l sbolìfa
el diss che 'l ùa l'èi viva en 'l ultima calìva
le brasche 'n le caldére le scalderà 'n doman
e i còcoi i fa corona e sfiamàde sui paröi

le gent le se lamenta che se 'ndorbissia 'l sol
e sàltia föra mali scondudi dent 'n de 'l anima
a roncàr gio 'l festìdi da tute le mesèrie
ancöi i varda ìl ciél sperando che 'l sia azùr
già al tèmp sarìa bastà valgun che 'l se 'nzispass
par qoél odor machegn che à scrìt la nòsa storia

no ghe 'n è ancor assà par rebaltarne i cöri
dovren far su camini coi filtri spessi e bianchi
par tegnìr nét de ént, la nòssa anima sorda

Giuliano

camini nuovi

chiari, fumano i camini per dipingere questo cielo vacuo | lasciandolo irrequieto a desiderare una brace calda | quel fumo tra i muri consunti scintilla | racconta di uva viva nell'ultima foschia | le vinacce nelle caldaie scalderanno, un giorno | e le bolle si uniscono in collane e fiammate sui paioli | la gente si lamenta che il sole venga spento | e provochi malanni nascosti dentro all'anima | a distruggere il dolore provocato da tutti i problemi | oggi osservano il cielo sperando che sia azzurro | quella volta sarebbe bastata una voce di protesta | per quell'odore acre che ha disegnato la nostra storia | ma non ne abbiamo ancora abbastanza per sconvolgerci il cuore | innalzeremo camini con filtri bianchi e stretti | per tenere pulita, dentro, la nostra anima sorda

come ogni anno c'è una vicenda che ricordiamo e che ha sconvolto il concetto stesso di umanità e ancora oggi qualcuno non la considera, dopodomani oltre 60 anni fa si aprivano le porte del campo di annientamento di Auschwitz e ripartì la storia
Powered by [ Universal Post Manager ] plugin. HTML saving format developed by gVectors Team www.gVectors.com