This page was exported from nalènt... [ http://www.diaolin.com/wordpress ]
Export date: Mon Aug 26 1:07:50 2019 / +0000 GMT

Ànema...




Ànema,
ti che te scòndes
'n tra le fizze dei penséri mèi balèchi
de ént, sinzéra,
no te pàndes sui sfrìzóni che 'ncantésema sol mi
al scur de qoéla nòt che a braciacòl
me tèn strengiù li arènt ai sguardi töi
ànema
te nìnes su 'n te 'l sgol de 'n bel redatol
'ngremenì de sot a 'l ciel azùr tut fret
e 'l brèghel sort del mai che ént rembomba,
orlòi de dì slongadi 'n de le nòt pù negre e fonde
el ten batùda al pass de valzer tèndro
balà sqoasi da sol dré 'n òrghen stràch
Ti, ànema, che svóltoles i ensóni desperadi
Vèi chi, dáime la man
che slìzego su 'l or de i mè strangossi
E sot la chìpa l'èi sèmpro pu érta
Ànema!

Giuliano

anima (ragazza)...

Anima, | che ti nascondi | tra le pieghe dei miei pensieri torvi | dentro , sincera, | non riveli niente sulle smanie che incantano solo me | nell'oscuro della notte che abbracciandomi | mi stringe accanto ai tuoi occhi | anima | ti culli sopra il volo delicato di uno scricciolo | intirizzito sotto a un cielo azzurro, freddo | e il canto sordo del maglio che rimbomba dentro, | orologio di giorni sprofondati nelle notti nere e fonde | tiene il tempo al dolce passo di valzer | ballato quasi da solo al suono di una fisa stanca |  Tu, ragazza, che rivolti i sogni disperati | Avvicinati, dammi la mano, | ché scivolo sul precipizio delle mie angosce | e sotto il dirupo sembra sempre più ripido. | Anima
Powered by [ Universal Post Manager ] plugin. HTML saving format developed by gVectors Team www.gVectors.com