This page was exported from nalènt... [ http://www.diaolin.com/wordpress ]
Export date: Fri Aug 23 7:54:35 2019 / +0000 GMT

Làgreme de nòt...




deléva, sùte, le caréze de rosàda
dal nugol de pavèle 'mpiturade
su le rame dei zirési come néo

le sgócia su la pèl roncàda a fìzze
scavandola gió fónt come brentana

e resta lì par sora, smondolàdi,
penséri che no völ sgolàr pu via
'mpiantadi 'n de la palta tacolènta
de 'nsogni che oramai i è già sfantadi

ma 'l tantalàn de ént el sòna empò
tegnendome li al giö a cadena struca
strengèndo 'ntorn la nòt come 'n linzöl

Giuliano

Lacrime di notti...

evaporano, asciutte, le carezze di rugiada | dalla nebbia di farfalle pitturate | sui rami dei ciliegi come neve | gocciolano sulla pelle nelle pieghe aride | scavandola sul fondo come un'inondazione | restano a galla, arrotondati, pensieri che non vogliono più volare via | piantati nel pantano vischioso | di sogni che oramai sono svaniti | ma il rintocco dentro me risuona ancora | incatenato al giogo stretto | avvolgendomi la notte attorno come lenzuolo

 
Powered by [ Universal Post Manager ] plugin. HTML saving format developed by gVectors Team www.gVectors.com