raìš e ale…

      976.mp3

laga che sgólia, sol
su sora ‘l vènt che ‘l fis’cia
con qoele bianche ale
che è cùna ai mè pensieri

vesìn, te sento sèmpro
coi tò cavèi de néo
e ‘l sguardo s’cèt che ‘nfrìza
saéta ai mè strangóši

de dént ‘n de i sogni
mèi, sentùdi come tòi
gh’è gocie, sanc’ de pec
che ‘ntacola dént l’anima

co ‘l sò saor de bosc’
le sliša ‘l paš ai àrboi
struchi fišadi ‘n tèra
‘mpontàdi, sóra ‘n tó

le sò raìš le slanega
la val co i sò mureti
tegnèndo a mént fis fis
lì ‘ndó che mi ài sgninfà

e tut par paradìs
vardando ‘l sol che léva
sentèndo ‘l rio lagió
che ‘l ronca na canzon

e sgolo sora ‘l vènt
su ‘n mèz ai desideri
postà coi pèi al còmot
che as sià co le tò man

voltando l’òcio ‘n cin
te vedo e no ghe šèš
ma resta qoel profumo
del canchen empizà

pò me delìbro al ciel
sul réfol che me spénge
arènt ai sògni mèi
raìš de ‘n viver nöo

Giuliano

lasciami volare, solo
sul vento che sibila
con quelle ali bianche
culle per i miei pensieri

ti sento sempre vicino
coi tuoi capelli di neve
e lo sguardo intenso che ferisce
fulmine sui miei crucci

dentro i miei sogni
sentiti come fossero tuoi
goccie, sangue di abete
che appiccicano l’anima

con il loro sapore di bosco
aiutano il cammino degl’alberi
fissati fortemente al terreno
impuntati, sulla china

le loro radici si appropriano
della valle con i suoi muretti
ricordandomi intensamente
dove sono nato

e tutto sembra paradiso
guardando il sole che sorge
ascoltando il rivo, laggiù
che scava una canzone

e volo sopra il vento
in mezzo ai desideri
appoggiato con i piedi al comodo
che hai fatto con le tue mani

girando l’occhio per un momento
ti vedo e non sei qui
ma resta quel profumo
della pipa accesa

poi mi libero nel cielo
sul refolo di vento che mi spinge
accanto ai miei sogni
radici di una vita nuova

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons






1 commento su “raìš e ale…

  1. La mia preferita è la quinta strofa. Grazie per aver scritto questa, che banalmente chiamiamo poesia, ma corrisponde ad un’altra definizione, che per fortuna non è possibile racchiudere nelle parole.

Rispondi a Lina Morseli Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available