This page was exported from nalènt... [ http://www.diaolin.com/wordpress ]
Export date: Sat Dec 7 9:03:35 2019 / +0000 GMT

destìn…


el se sbalanza a la sò sbava tacolènta
zercando de fermarse su na rama live a 'n paš
fasèndo 'n slinch pù lònch autà dal vènt
apena 'n momentìn prima che 'l zédia
e 'l fil tacà su 'n spin no 'l se scavézia

e 'l torna a 'ntortolarse a 'n ram pu baš
e gió che 'l se sdindòna al ciàr de luna
sui sgiànzi de qoél bòzol fis 'n de 'l ciel
calando drit soliènt 'n mèz al digör
postandose su 'n fior che 'l lo 'mbarluma

po' s'ciòca sgoèlt vargot che 'l se lo ròba
l'è sta 'n ciavàt en pàisa e ades el canta
e resta sol qoél fil spórch de rosàda

Giuliano

si dondola alla sua bava attaccaticcia
cercando di fermarsi su di un ramo li ad un passo
facendo un salto più lungo aiutato dal vento
appena un attimo prima che si fermi
e che il filo attaccato ad una spina non si spezzi

e torna ad attorcigliarsi ad un ramo più in basso
e più giu a dondolare al chiaro di luna
sui raggi di quel bozzolo fisso nel cielo
calando solo direttamente in mezzo al fieno d'estate
fermandosi su un fiore che lo abbaglia

poi schiocca svelto qualcosa che lo porta via
è stato un rospo in agguato, che adesso canta
e resta solo quel filo sporco di rugiada

il filo del destino è appeso ad un appiglio delicato e possiamo utilizzarlo per lasciarci cadere su un fiore o su un ramo o rimanerci attaccati finché succede qualcosa di inaspettato...
Powered by [ Universal Post Manager ] plugin. HTML saving format developed by gVectors Team www.gVectors.com