This page was exported from nalènt... [ http://www.diaolin.com/wordpress ]
Export date: Mon Sep 28 7:40:52 2020 / +0000 GMT

crepuscolo...




cade grigio questo giorno di marzo
di amaranto una carezza di cielo
dipinge il sapore impellente di azzurri confini
disegni di assenti muraglie negli occhi
e gli sguardi furtivi si addestrano
contro lame di sole taglienti, assassine
a inasprire il futuro cercato
per chi io non sono

rimango da solo sul canto del fiume
osservo la notte che avanza
incurante di un sogno
urgente
al bivio tra il dire ed il fare
di me, sempre in lotta
tra pensieri appannati da specchi sinceri
e diafane lastre a difendere il vento

rimangono voci a temprare la notte
ululati di cani in ginocchio a una luna

Giuliano

engual nòt...

cròda grìsa sta giornada de marz | de color de luganeghe màte na slissàda de ciel | la 'mpitùra 'l saor spressolon de tèrmeni azùri | sgrifoni de muraie sfantade 'n te i òci | calumade canàie le se usa | contra lame de sol de 'n maestro moléta, sassìne | a rassar su n futuro cercà | par chiche no son | e resto lì sol sora 'l cant de la riàl | me vardo la nòt svesinàrse pan pian | l'à 'n féstidi de 'n sogno | angorà | a la cros en trà il dir e 'n trà 'l far  | de mi, sèmpro 'n paissa | 'n tra penseri smamìdi da spegi sinzéri | e sföi trasparenti a paràrghela al vent | resta sol vozi a 'ndrizàr via la nòt | orazion de doi càgni  'n ghinocion a na luna

Musica: Valse triste [Vecsey, Franz von] - Arthur Grumiaux, violinist



Powered by [ Universal Post Manager ] plugin. HTML saving format developed by gVectors Team www.gVectors.com