canzon…

      6720.mp3

sgaùseme ‘l cör
da i fiori de brugnàghera
i embastisse co i so’ spini
la domàn de tut le nòt
enrapolàde a na fianèla
destendùda al ciàr de luna
a scoltar cèt el cant rebùf
de na sgnaolàda de gatàre
‘mbesuìde de pasion
par na petìzza che se scònde
ént ‘n de ‘n vòlt, solàgna

sgaùseme ‘l cör
che ‘l me ‘ndorbiss el sentimént
e ‘l fà sgociàr làgreme rosse
se sporca ‘l nàr denanzi de mi
e le ciapèle le fa róta ‘n la spinàra
resta bolìfe a ‘mpituràr sassi
smondolàdi da i penséri

svöideme ‘l cör
resterà posto anca par ti

Giuliano

canzone…

sgombrami il cuore | dai fiori di cardo | che imbastiscono  con le loro spine | le aurore dopo tutte le notti | avvinghiate a una flanella | distesa al chiaro di luna | mentre ascolto in silenzio il canto arrabbiato | del miagolìo di alcuni gatti | ipnotizzati di passione | per una tracotante che si nasconde | in un avvolto, sola | sgombrami il cuore | che mi acceca il sentimento | e lascia scorrere rosse lacrime | si sporca l’incedere davanti ai passi | e le mie orme dipanano il groviglio di spine | rimangono piccole braci rosse, testimoni sulle pietre | arrotondate dai miei sogni | vuotami il cuore | rimarrà posto anche per te

 

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons






3 commenti su “canzon…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available