6790.mp3

redicol… (torégn)

      6790.mp3

le tò parole a ghirlo le ‘ntòrtola i penséri
e le tòrna de sò pòsta su ‘l cào che ‘l l’à sbibiade
lassàde al vènt zidióss come trivèle storne
a ‘mbesuìr le gènt de gràgole e de onori
contàde gió da ‘n pùlpit, ongiude co ‘l tò dir
ma i te tradisse, i òci, e i ride, ‘n tra de lori
de qoél che subit sóta, la bòca à gomità
e par tegnir su ‘l ciànt te spenges co i tò bràci
qoél un che apena mut el cròda en te ‘l tò fòss

Giuliano

i tuoi giri di parole confondono i pensieri | e, a modo loro, tornano nella testa di chi li pronuncia | abbandonati al vento come foglie ubriache |  per imbrogliare la gente con battole ed applausi | urlate giù da un pulpito |  unte dal tuo pensiero | ma gli occhi ti tradiscono, e di nascosto ti deridono | per quello che, lì sotto, la bocca ha vomitato | ma non ti vuoi arrendere e spingi con le braccia | un povero cristo che silenzioso si schianta nel tuo baratro

Sto cercando di leggere i dettagli di alcune caratteristiche umane usando me stesso come cavia

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons