6811.mp3

la resón…

      6811.mp3

la resón l’èi na putàna
la se ‘ntortola a le léngue
de cigóni e satanassi
empontàdi come prèti
su l’altar de i sacrifìzi
‘n do che sgócia sànch de gènt
lì ‘n ghinòcio ‘n rogazión

la se sgiónfa i làori róssi
la resón, piena de schèi
e la ‘ntòna rèchie gréve
par qoéi pöri smeladori
che i gà ‘n man en carantàn
par spartirlo ‘n pöch par un
ma co i dènti ancora néti

la resón, la gà resón
ma la val sol en menùt
par i pöri de scarsèla
qoei col bragaröl dedrè
che de bràghe i ghe ‘n à ‘n par
sèmpro bèl e a lustrofìn
par pagarghe ‘l cònt ai siori

Giuliano

la ragione…

la ragione è una puttana | che si arrotola alle lingue |  di ululoni e gente arcigna |  appostati come preti | sull’altare del sacrificio |  dove gocciola il sangue di gente | inginocchiata davanti alla speranza | si gonfia le labbra rosse | la ragione, piena di soldi | e intona requie grevi  |  per quei poveri lavaculi | con in mano un misero soldo (sarebbe anche una cacca di cavallo) | per donarne un po’ a ciascuno | ma con la bocca ancora asciutta | la ragione, in | fondo, ha ragione | ma vale solo per un minuto |  per chi ha le tasche vuote |  quelli con la patta dietro |  che di braghe ne hanno un paio |  sempre a posto, a lustrofino | per saldare il conto ai ricchi

 

P.S. Non raccontatemi che la politica si risolve in Banca ((a proposito del forse nuovo governo Draghi ma non ho cassato Draghi, io casso il metodo che ci ha portato a Draghi (poteva essere chiunque). Abbiamo deciso che, siccome pensiamo che la politica non serba a una sega, la politica sia una cazzata. E, siccome lo pensiamo non riusciamo a vederla in un altro modo. E ci affidiamo ai risolutori. I Romani ci erano arrivati duemila anni orsono. )

La musica è di Ennio Morricone: “Per un pugno di dollari”

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons